Mini plumcake con farina di castagne e crema di nocciole

“Gnarei, ghè el Schelt!” – esordiva così mia nonna quando, alla sera, era troppo stanca per pensare seriamente “a fare di cena”, come era solita dire. Ricordo con piacere le vacanze estive: le giornate passate nei campi all’aria aperta, le lunghe camminate, le ginocchia sbucciate, le risate di noi bambini che giocavamo con la cariola che la nonna portava sempre quando doveva falciare il fieno per i conigli. Erano le mie estati… lontano dai libri, dalla città e così vicina alle montagne, ai detti contadini ed alla straordinaria capacità di mia nonna di rendere buono anche un semplice pasto di latte e castagne. Non era una grande cuoca… ma i piatti della tradizione, delle sue tradizioni imparate da bambina, li sapeva fare bene, accipicchia se li sapeva fare…! 🙂 Anyway, abbandoniamo le intro nostalgiche per spiegare a chi non mastica il dialetto camuno, cosa voglia dire la frase in aramaico che introduce il post e cosa, soprattutto, sia lo Schelt. 😉

La “Pàpa de Schelt” non è altro che una caratteristica cremina di castagne tipica delle valli camune che si accompagna ad una tazza di latte caldo. É un piatto povero, della tradizione contadina che mia nonna era solita prepararci durante le fresche sere estive. Sapeva di montagna, la montagna di quando ero bambina. La nonna diceva che insieme alla polenta ed alle patate, lo Schelt era stato il piatto della sua infanzia… ne aveva mangiato così tanto che era diventata la sorella più alta della famiglia (penso lo dicesse per invogliare noi bambini a mangiarlo tutto. I periodi di magra lei li aveva passati eccome e guai se si sprecava qualcosa). Le castagne facevano capolino sulla nostra tavola anche nella loro forma orginale, come caldarroste. Era bellissimo sedersi tutti insieme attorno al tavolo e ridere per i segni che ci facevamo sul viso con le dita sporche di fuliggine.

Dopo un lungo periodo di disintossicazione da tutto ciò che era “castagne”, ultimamente ho riscoperto il loro piacevole sapore di bosco, di cose genuine e naturali.

La ricetta che vi propongo oggi nasce dal voler utilizzare un sacchettino di farina di castagne regalatomi durante un week end in montagna. Avete presente uno di quei sacchetti artigianali, così rustici ed essenziali da far venir voglia di testare nuove ricette ed impiastricciarsi le mani?

La farina di castagne è molto versatile. Priva di glutine, ricca di carboidrati complessi, magnesio, potassio e sali minerali viene usata principalmente per la preparazione di piatti regionali: tagliatelle con farina di castagne, castagnaccio, testaroli. In passato era considerata cibo povero ma, fortunatamente, oggi è tornata in auge e si presta alla preparazione di ciambelloni senza glutine, pane e pancakes.

Ma veniamo alla ricetta di questi mini plumcake. Ecco gli ingredienti:

img_4579

  • 170 gr latte di mandorle
  • 85 gr farina integrale
  • 85 gr farina di castagne
  • 100 gr zucchero di canna
  • 1 uovo
  • circa 70 gr crema di nocciole (in alternativa utilizzate cioccolato fondente sciolto a bagnomaria)
  • 50 gr mandorle tritate
  • 35 gr olio evo
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • circa 7 fichi secchi

Preparazione:

In una capiente ciotola setacciate tutte le farine, compreso il lievito. A parte montate l’uovo con lo zucchero di canna; unite il latte di mandorla, l’olio ed infine la crema di nocciole. Unite le farine al composto liquido. In un mixer tritate brevemente le mandorle insieme ai fichi secchi ed unite il tutto al composto di farine e cioccolato. Mescolate bene per amalgamare il tutto.

Disponete il composto in mini stampi da plumcake ed infornate a 180°C per circa 30 minuti con forno ventilato.

img_4584

Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella ed infine spolverate con zucchero a velo.

Questi mini plumcake sono perfetti con il the o per una colazione autunnale ricca di energia! 😉 Per nulla asciutti, con il loro delicato sapore di castagna, vi faranno venire l’acquolina in bocca!

img_4594

Grazie per avermi letto, al prossimo post! 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...