Gita sul Monte Lema!

Appassionati di trekking, sportivi ed amanti della natura a raccolta! Ecco un’escursione che vi lascerà senza fiato per i panorami e gli scorci da cartolina. Pronti? In marcia! 😉

Processed with Snapseed.

Eh insomma è andata così … metti tre camminatori seriali e 6 piedi e cosa viene fuori? Una gita ai confini del varesotto. Siamo fortunati, è da ammettere…  il tempo quest’anno ci sta regalando delle giornate spettacolari: la temperatura mite con il sole a picco che diffonde un piacevole tepore, la brezza leggera che quà e là muove le fronde dorate degli alberi … il percorso che vi sto per presentare si presta alle sgambate autunnali. Queste piacevoli giornate ottobrine sono preziose occasioni da non perdere per poter godere ancora dei raggi del sole, per respirare a pieni polmoni aria fresca e pulita … quando il meteo è ancora così clemente è un sacrilegio rimanere chiusi in casa, avremo tutto l’inverno per doverlo/poterlo fare!

Ad ogni modo… il Monte Lema si erge con i suoi 1.624 m di altitudine al confine tra Svizzera ticinese ed Italia (provincia di Varese).

Processed with Snapseed.

Processed with Snapseed.

Processed with Snapseed.

L’area offre ben 80 km di sentieri segnalati e percorsi escursionistici adatti a tutti: sportivi, amanti del parapendio, climber appasionati delle sfide e famiglie. Il Monte Lema è infatti facilmente raggiungibile anche attraverso la Funivia Monte Lema che partendo da Miglieglia in soli 10 minuti vi permetterà di giungere in cima al monte. Qui è possibile trovare un piacevole ristoro presso il Ristorante/Ostello Vetta  che offre specialità ticinesi da consumare comodamente seduti sulla terrazza panoramica o all’interno.

Inutile dirvelo … quali strani mezzi avremo mai scelto per giungere in cima? Beh, quelli che di gran lunga preferisco… gambe e fiato! Abbiamo approfittato della bella giornata e, calzati gli scarponi, in circa un’ora siamo arrivati sulla vetta partendo dal Rifugio Campiglio ad Alpe Pradecolo. Il sentiero è ben segnalato e si snoda tra Sorbi degli uccellatori, sottoboschi di faggi e castagni regalando scorci incantevoli sul Lago Maggiore e sul Lago di Lugano.

Processed with Snapseed.

Processed with Snapseed.

Processed with Snapseed.

Spettacolare è il panorama che si può osservare una volta raggiunta la cima … il Monte Rosa, il Monte Tamaro, il Monte Generoso, il Monte Gradiccioli, in lontananza, verso est, il gruppo delle Grigne ed infine la Pianura Padana che si presenta in tutto il suo verdeggiante splendore.

A segnalare l’arrivo una gigantesca croce di 11 metri e l’osservatorio astronomico con pianta ottagonale e tetto apribile per osservare il cielo.

Processed with Snapseed.

Processed with Snapseed.

Processed with Snapseed.

Processed with Snapseed.

É stata una giornata magnifica e non solo per il tempo metereologico. La vastità della natura, gli ampi spazi ariosi e soleggiati ed i colori che caratterizzano in modo particolare questo periodo dell’anno hanno la capacità di ritemprare lo spirito, di rinvigorirlo con nuova linfa vitale … la compagnia? Beh la compagnia è tutto e pensa a tutto il resto!

Processed with Snapseed.

Processed with Snapseed.

Processed with Snapseed.

Processed with Snapseed.

Spero che questa sgambata insieme vi sia piaciuta … alla prossima! 😉

Processed with Snapseed.

Processed with Snapseed.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...