Marmella di pesche con semi di chia

Mi sembra di sentirla mia nonna che, con il tipico piglio dialettale mi dice : “Che pasticciate sono queste … ah, questi ingredienti esotici!”.

Oggi è andata così! Complice la voglia di sperimentare un po’ con ingredienti che uso abiltualmente per altre preparazioni, mi sono destreggiata nel confezionamento di questa semplicissima e velocissima marmellata di pesche che lascerà di stucco anche l’animo più perplesso. I semi di chia sono dei piccoli semini, molto simili ai semi di papavero per colore e grandezza. Vengono ricavati dalla Salvia hispanica, pianta molto diffusa ed utilizzata abitualmente nella cucina sud-americana. La raccolta di questi semini è pressochè realizzata da agricoltori coinvolti nel commercio equo solidale … motivo in più per provare ad acquistarli. 😉

Se il timore è quello di utilizzarli sporadicamente, giusto quando volete cimentarvi in quelle che appunto mia nonna chiamava “ricette esotiche”, beh credetemi non sarà così; se sapientemente abbinati ad altri ingredienti questi semi si rivelano un ingrediente dalle mille virtù, soprattutto dal punto di vista nutrizionale.

Sicuramente lo saprete già (che ve lo devo dire io?) che latte e latticini non sono le uniche fonti di calcio. Questo minerale è ben presente anche in fonti vegetali come semi di sesamo, basilico, fichi secchi, nelle mie adorate mandorle, nella rucola, nell’acqua di rubinetto ed infine anche nei nostri semi di chia. Tali semi sono ben conosciuti da chi per scelta ha deciso di escludere dalla propria dieta le fonti animali di questo minerale, prezioso per la salute del nostro apparato scheletrico e dei nostri denti.

Tra le proprietà nutrizionali di questi minuscoli semini si riconoscono inoltre: discrete quantità di acidi grassi essenziali omega 3 e 6, vitamina C, potassio, selenio, ferro, zinco e magnesio. Insomma… sono miracolosi!! 😉

Scherzi a parte, in cucina si prestano alla preparazione di porridge cremosi, dei famosissimi overnight oatmeal, di budini alternativi e, nelle marmellate, sostituiscono egregiamente il classico “collante” naturale delle confetture preparate secondo metodi più tradizionali, la pectina.

I semini di chia, messi a contatto con un liquido, hanno infatti lo straordinario potere di aumentare di 10 volte il loro volume nel giro di una quindicina di minuti ed alle marmellate conferiscono il giusto grado di gelatinosità.

Venendo a noi … la preparazione di questa marmellata vi porterà via solamente 20 minuti. Scordatevi i pentoloni di frutta e zucchero messi ore ed ore sopra ai fornelli che, immancabilmente, venivano tappezzati da schizzi di zucchero caramellato difficili da pulire anche utilizzando l’acido muriatico.

Gli ingredienti di questa marmellata? Eccoli!

Ingredienti:

400 gr di pesche noci (se utilizzate pesche con la buccia dedicatevi alla sua minuziosa    rimozione; ormai le pesche hanno finito la loro stagione quindi, in alternativa, potete utilizzare la frutta che preferite: fichi, lamponi, frutti di bosco ecc.)

1 cucchiaio colmo di semi di chia (io ho usato la chia nera ma in commercio esiste anche bianca)

1/2 bicchiere di acqua naturale

1 cucchiaio di miele d’acacia (per la quantità di dolcificante regolatevi secondo il vostro gusto; in alternativa al miele potreste usare il classico zucchero di canna, la stevia, lo sciroppo d’acero o la varietà di miele che più preferite)

la scorza grattugiata di 1 limone non trattato

mezzo cucchiaino di curcuma in polvere (questo ultimo ingrediente è facoltativo ma, se deciderete d’utilizzarlo, conferirà un colore dorato alla vostra marmellata senza alterarne il gusto)

Preparazione:

In un mixer inserite le pesche private  del nocciolo, i semi di chia, il miele, la scorza di limone, la curcuma e l’acqua. Frullate per circa 5 min.

Fate bollire in una pentola i vasetti di vetro per circa 5 min e riempiteli subito con la marmellata.

Et voilà… ecco a voi una marmellata con pochi zuccheri e senza conservanti, perfetta da spalmare sul pane tostato a colazione o per la merenda dei bimbi.

Posso garantirvi che è deliziosa ed è un buon compromesso tra gusto e leggerezza! É inoltre adatta a tutti: intolleranti di ogni genere e forma, celiaci, vegani, vegetariani, diabetici ed, in particolare, è adatta a quelli eternamente a dieta che volessero togliersi il languorino di metà pomeriggio.

Fatemi sapere se la ricetta vi è piaciuta e se avete sperimentato altri abbinamenti… la prossima volta penso che proverò ad accostare i fichi con la menta od il limone!

Grazie per avermi seguito, al prossimo post! 🙂

 

Annunci

One thought on “Marmella di pesche con semi di chia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...