Cuore morbido di zucca

Finalmente settembre è arrivato! Amo l’autunno… i suoi colori, i suoi profumi, le giornate tiepide, le ore di luce che pian piano diminuiscono. É la stagione in cui gli alberi virano le loro chiome: il verde intenso, tipico della stagione estiva, lascia il posto ai gialli ed ai bruni e le chiome si tingono dei colori dorati tipicamente autunnali. É il periodo delle fiere di paese organizzate ogni dove con l’intento di esaltare le tradizioni culinarie autunnali di una particolare località o regione.É il trionfo dello Slow food declinato nelle sue diverse sfumature: fiere del fungo porcino, castagnate, fiere dell’uva, fiere del tartufo e le mie amate ed immancabili fiere della ZUCCA, l’ortaggio autunnale per eccellenza.

Eh sì! In questo periodo dell’anno ne divento completamente dipendente… non vorrei mai che la mia quantità di antiossidanti e di beta-carotene giornalieri non venisse raggiunta! 😉

Anyway… complice la mia assurda dipendenza da questo gustosissimo ortaggio, lo presento in tavola a colazione, pranzo e cena rendendolo il protagonista di svariate ricette e preparazioni.

La ricetta di oggi nasce dopo una sagra di paese in cui, immancabilmente, è scappato l’assaggio di una buonissima fetta di torta rustica venduta ad un grazioso banchetto che era letteralmente il tripudio della zucca: confetture di zucca, biscotti di zucca, torte di zucca dall’aspetto invitante e goloso.

Una volta a casa, mi ripromisi il tentativo di replicare la ricetta in versione gluten free. Quindi, dopo aver conciato la cucina alla stregua di un campo di battaglia … ecco a voi la ricetta, il cui risultato si è rivelato sorprendente considerando essere il frutto di una incontenibile e discutibile creatività pasticcera.

Ingredienti:

  • 2 uova
  • 70 gr farina di castagne
  • 70 gr maizena
  • 70 gr fecola di patate
  • 80/90 gr zucchero di canna
  • 10 gr lievito
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaino di noce moscata
  • 2 cucchiai di olio evo
  • mezzo bicchiere di latte di riso
  • 50 gr mandorle tritate
  • mezza zucca (circa 15 cm di diametro) da cui ricavare una purea

Per la decorazione:

  • 200 ml di panna fresca da montare
  • zucchero a velo/ miele acacia q.b

 

Preparazione:

Pulire metà zucca togliendo i semi e la buccia. Cuocere la polpa in una pentola a vapore. Una volta cotta frullatela e lasciate raffreddare.

Scaldare il forno a 200°C. In una capace ciotola unire tutte le farine, lo zucchero, le spezie e la granella di mandorle. In un altro contenitore unire le 2 uova intere, il latte, l’olio e la purea di zucca ormai fredda. Mescolare per amalgamare gli ingredienti. Unire le farine al composto di zucca e uova e mescolare bene per non lasciare grumi.

Rivestite una teglia a cerniera di circa 20 cm di diametro con la carta da forno. Versare nella teglia il composto. Infornare a 200°C a forno ventilato per circa 45 min. Controllare di tanto in tanto la cottura con lo stecchino.

Sfornare e lasciar raffreddare.

Per la decorazione montare la panna a neve ben ferma con zucchero a velo/miele (assecondando nelle quantità i vostri gusti). Io ho messo un cucchiaio di miele d’acacia.

Servire la torta  accompagnandola con un cucchiaio di panna montata.

Ideale per colazione, merenda, the delle cinque! 😉 Perfetta per celiaci ed intolleranti al glutine; per gli intolleranti al lattosio (omettendo la panna in superficie).

Si conserva per 1/2 giorni in frigorifero … ma credetemi, la cremosità e la golosità di questa torta di zucca non la farà arrivare a sera!

Spero che la ricetta vi sia piaciuta; grazie per averla letta … al prossimo post! 🙂

Processed with Snapseed.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...